Repack

Ragione sociale

Repack Recycling Packaging

Sede legale

Via Azari 72, 28922 Verbania, Italia

Sede operativa

Via Quarta Strada 48/68, 36071 Arzignano (VI)
Via del Puntone 1/f, 50054 Fucecchio (FI)
Via Giacomo Matteotti 16, 20010 Buscate (MI)
Via Umberto Capra 7/9/11, 28891 Cesara (VB)

Perimetro area packaging

Dal 2022 REPACK ha avviato un progetto di economia circolare per la valorizzazione delle proprie MPS (che prima venivano vendute sul mercato), con l’obiettivo di produrre fusti nuovi fabbricati con il 100% di plastica riciclata prodotta internamente, raccolta come rifiuto presso gli utilizzatori di prodotti chimici (concerie, industrie tessili, cartiere, chimiche ecc.).

Il produttore dei rifiuti avrà poi la possibilità di approvvigionarsi dei prodotti chimici necessari al suo ciclo produttivo in fusti REPACK, prodotti con materiale riciclato proveniente dai loro stessi rifiuti, in un processo virtuoso di circolarità che migliora i bilanci di sostenibilità delle aziende coinvolte.

Il progetto è partito con l’acquisto di un estrusore per portare l’MPS prodotta a granulato, e con lo sviluppo e l’acquisto di stampi per la produzione di una gamma completa di fusti da 30, 60, 120, 130 e 150 lt prodotti con materiale plastico 100% rigenerato, che sono stati omologati da ente certificatore terzo e riconosciuti idonei al trasporto anche di merci pericolose.

Per l’attività di rigenerazione e riciclo degli imballi REPACK utilizza esclusivamente energie rinnovabili in parte prodotte in proprio con impianti fotovoltaici, ed in parte prodotte e fornite da altra azienda del gruppo.

Attualmente sono in funzione due impianti FTV propri: uno da 140 KW presso il sito di Cesara, ed un altro da 99 KW su quello di Buscate (dove gli immobili sono di proprietà) mentre è in progetto la realizzazione di un terzo impianto da 800 KW sul sito di Borgomanero.

Repack srl

Cesara - Buscate - Fucecchio - Arzignano

Smaltimento cisternette: Avvio dei materiali in plastica e metallo allo smaltimento finale.

Collaudo periodico: Cisternette in acciaio per trasporti ADR.

Vendita cisternette rigenerate: Cisternette in plastica con otre trasparente/nera e cisternette in metallo. 

Manutenzione cisternette: Sostituzione delle parti accessorie deteriorate, prova di tenuta a pressione.

Raccolta: Su tutto il territorio nazionale/europeo di cisternette usate.

Stoccaggio rifiuti: Pericolosi e non pericolosi.

Ritiro/acquisto cisternette usate: Con mezzi autorizzati al trasporto rifiuti.

Ritiro/acquisto cisternette usate: Con mezzi autorizzati al trasporto rifiuti;

Cosa facciamo

Repack opera in modo professionale nel settore della rigenerazione di cisterne e cisternette in polietilene e in acciaio; si occupa inoltre del recupero e del riciclo di fusti e taniche di varie dimensioni.

Repack inoltre vende direttamente cisterne, fusti e taniche nuovi. Il nostro servizio di ritiro, lavaggio e consegna dei contenitori industriali usati è rapido ed efficiente.

Repack è in grado di fornire cisternette e contenitori industriali nuovi e rigenerati con ciclo di lavorazione certificato, utilizzando tecnologie avanzate di nuova generazione. L’impegno e i servizi che Repack garantisce sono volti al recupero e riutilizzo delle cisterne, degli imballaggi e dei vari contenitori industriali del cliente nel totale rispetto dell’ambiente e della normativa vigente.

Lavaggio e bonifica

Cisternette in plastica e metallo, fusti e taniche.

Vendita e consegna del nuovo

Cisternette, fusti, taniche e contenitori specifici.

Smaltimento

Cisternette e fusti in plastica, metallo, polietilene, HDPE. Macinatura e vendita

Macinatura e riciclaggio

Macinatura e vendita polietilene macinato.

Sviluppo del perimetro

Sviluppi interni
Nel periodo 2023-2024 per gli impianti ubicati in Piemonte e Lombardia si prevede un trend di crescita organica «matura» in termini di volumi di imballi ricondizionati, mentre vi sarà una ulteriore crescita nella vendita del prodotto nuovo, soprattutto con l’avvio della produzione interna con utilizzo di materiale riciclato (piena operatività 2024). Si prevede il potenziamento della linea di triturazione e macinazione di fusti ed otri esauste, incrementando il ritiro anche del materiale non ricondizionabile, allo scopo di aumentare le quantità di plastiche destinate alla produzione di imballi nuovi (al servizio della nuova attività d’impresa). Nuovo stabilimento ed impianto produzione fusti e cisternette presso stabilimento già acquisito situato in Borgomanero su un’area di 40.000 mq di cui 7.000 coperti ampliabili a 10.000, mediante impiego di materiale plastico riciclato riveniente dal processo di triturazione degli imballi non ricondizionabili. Tale stabilimento permetterà di generare ulteriori 60 milioni di ricavi nel settore packaging. Realizzazione di un nuovo sito di trattamento imballi presso parte dell’area in Collesalvetti ora solo in parte utilizzata dagli impianti ECOMAR, replicando le altre strutture aziendali operative. Ampliamento stabilimento FIRST SERVICE (già acquisita area adiacente lo stabilimento).
Crescita organica esterna
Valutazione di impianti esteri localizzati in Germania e Spagna per eventuali acquisizioni.